13/10/19

GIORNATA DEL CAMMINARE: a passeggio tra i Giganti Verdi della città.



 

Grande partecipazione questa mattina alla Giornata del Camminare, promossa nella nostra città da Fare Verde con l'itinerario "I Giganti verdi".
Tantissimi i cittadini che hanno aderito all'iniziativa, radunandosi, già alle ore 09.00, presso lo splendido giardino della scuola materna di via Crispi dove vi sono, tra l'altro, alcuni dei bellissimi Pini ultracentenari già presenti nelle foto d'epoca di fine ottocento, il maestoso Platano recentemente censito tra gli Alberi Monume
ntali d'Italia ed un nucleo di quattro pioppi dalla chioma mastodontica.
A seguire la comitiva in marcia ha raggiunto il giardino della curia, poi quello del palazzo Inail ed a seguire Piazza Cuoco, soffermandosi, lungo il tragitto, ad ammirare i tanti Cedri presenti lungo il percorso, come quello nel piazzale dell'Istituto Industriale, quello in via Gioberti, in via Garibaldi, via Veneto.
Successivamente è stata la volta della visita alla giovane Sequoia di Piazza Cesare Battisti, prima di approdare nel magnifico giardino del Convitto Mario Pagano che ospita ben tre piante monumentali: la Sequoia gigante, il Cedro del Libano, il Ginkgo Biloba, senza dimenticare il bellissimo Tasso, il Cedro dell'Atlante, l'Acero argentato e l'imponente Abete Bianco.
A seguire, dopo un rapido passaggio in Piazza Vittorio Emanuele, è stata la volta di Piazza Musenga, altro sito di notevole interesse per l'importante biodiversità presente nella villa: Sequoia, i Tassi, diverse varietà di Aceri, Ginkgo Biloba, Liquidambar, Pini, Cipressi, Cedri, Il Tiglio, il Platano, Il Ciliegio da Fiore, l'Ippocastano, la Magnolia e tanto altro ancora...
Infine, dopo aver ammirato l'imponenza del Leccio di piazza della Vittoria, giro di chiusura in Villa De Capoa con una passeggiata tra i viali segnati dalle siepi di Bosso, passando tra le Sequoie, i Cipressi, i tanti Ippocastani, i meravigliosi Tigli, per concludere con la possente Roverella, ben nascosta e sconosciuta ai più, situata nei pressi dell'ingresso di Piazza Falcone e Bosellino.
Una mattinata all'insegna della valorizzazione del nostro patrimonio arboreo ma anche dell'utilità e della convenienza del camminare e della riscoperta, a "ritmi lenti", delle bellezze della nostra città.



Aggiungi didascalia




04/10/19

Domenica 13 ottobre torna la Giornata del Camminare. Con Fare Verde alla scoperta delle ricchezze arboree cittadine



Torna, a distanza di alcuni anni, il trekking urbano "I GIGANTI VERDI", la passeggiata tra parchi e giardini cittadini, alla scoperta degli alberi più belli ed importanti di Campobasso.
In occasione della Giornata del Camminare 2019,promossa a livello nazionale dalla Federtreck, Fare Verde Campobasso ripropone il percorso che va dal giardino dell'ex scuola di via Crispi fino a Villa De Capoa, passando, tra l'altro, per il giardino del Convitto Mario Pagano e piazza Bernardino Musenga, per apprezzare e conoscere i magnifici esemplari arborei che abbelliscono la nostra città. 
La partecipazione alla passeggiata è, come sempre, libera e gratuita, il percorso adatto a grandi e bambini; lungo il tragitto incontreremo diverse fontanelle di ottima acqua, pertanto si sconsiglia vivamente di portare acqua imbottigliata, tanto inutile quanto inquinante.
Ritrovo e partenza alle ore 09.00 presso piazzale ex scuola via Crispi, il termine attività invece è previsto per le ore 13.00 circa in villa de Capoa.

22/09/19

Entra l'autunno nel segno dell'impegno! Giornata ecologica a Colle dell'Orso



Ottima riuscita per la giornata ecologica tenutasi sabato 21 settembre, in concomitanza con l'Equinozio d'Autunno, presso l'area verde antistante la farmacia di via Calabria, del quartiere Colle dell'orso. L'iniziativa, promossa congiuntamente da Fare Verde e dall'associazione di quartiere "Vivi Colle dell'orso", ha visto la partecipazione di tanti volontari che hanno risposto al nostro appello per contribuire fattivamente alla pulizia ed alla sistemazione del giardino.
All'operazione ha preso parte volontariamente anche una squadra di migranti provenienti dallo Sprar "Karibù"; una presenza oramai costante a tutte le iniziative di Fare Verde Campobasso che da anni conduce il progetto "Azione&integrAzione", mirato al coinvolgimento dei migranti ospitati nella città in operazioni di bonifica e manutenzione di aree cittadine.
A termine giornata il bottino è stato di diversi sacchi di rifiuti raccolti ed una vera e propria montagna di rami e risultanze di potatura; il tutto da avviare al corretto smaltimento a cura della Sea che ha curato il servizio di raccolta del materiale.
Una bella pagina di impegno ed attivismo civico con l'obiettivo, oltre che della valorizzazione di un'area verde, anche della sensibilizzazione della cittadinanza ad un sempre maggiore rispetto per l'ambiente e per i beni comuni.
Con Fare Verde, l'impegno lascia il segno !





19/09/19

Sabato 21 settembre GIORNATA ECOLOGICA a Colle dell'Orso


Fare Verde Campobasso, in collaborazione con l'Associazione di quartiere "Vivi Colle dell'Orso OdV", promuove una giornata ecologica per sabato 21 settembre presso l'area verde di via Calabria, nel quartiere Colle dell'Orso. 
Sarà l'occasione per rivalutare un'area verde che versa in condizioni di degrado, ma anche per spingere i cittadini del quartiere a riappropriarsi, attraverso strumenti di partecipazione attiva, di spazi comuni di socializzazione. 
All'iniziativa prenderà parte anche una delegazione degli ospiti dello Sprar cittadino "Karibu", nell'ambito del progetto "Azione&integrAzione" che da anni Fare Verde porta avanti con i migranti presenti in città.
Appuntamento alle 9.30 nei pressi della Farmacia di quartiere, chi può porti con se qualche attrezzo da giardinaggio.   

FARE VERDE presente alla rassegna VISIONI - Busso, 20 settembre 2019


Fare Verde Campobasso sarà presente con uno stand librario alla rassegna di Arte, Musica ed Ecologia, VISIONI, in programma Venerdi 20 settembre a Busso (CB).
Passate a trovarci, vi aspettiamo !

15/08/19

Laboratorio di sapone ed eco-aperitivo: una giornata "Decrescente" a Bonefro



Un bel pomeriggio all'insegna della decrescita e della sostenibilità quello trascorso lunedi 12 agosto al palazzo Maucieri di Bonefro, promosso dalla locale associazione Crea-Tina e con il patrocinio dell'amministratore comunale.
Molto partecipato il laboratorio di autoproduzione di sapone ecologico, organizzato da Fare Verde, anche occasione per un proficuo momento di riflessione sui temi della riduzione della produzione dei rifiuti e sul loro corretto trattamento attraverso la strategia delle 4R.
Nell'occasione, ai tanti bambini presenti, è stato distribuito anche il nostro eco-quaderno delle 4R.
A seguire, sul bellissimo terrazzo antistante il palazzo, un eco aperitivo "Plastic Free", con prodotti a filiera cortissima ed in completa assenza di plastica, bibite e bevande in brocche e bicchieri di vetro ed acqua alla spina dalle casette installate in paese. 
Se si vuole, si può.




03/08/19

Mattinata di impegno a Fontana Vecchia: missione compiuta !



Bellissima mattinata di impegno e volontariato presso Fontana Vecchia, uno dei più belli e caratteristici luoghi della nostra città. 
Tanti i volontari intervenuti che, armati di buona volontà, hanno rimesso a nuovo l'area, sfalciando l'erba, liberando le scalinate, ripulendo il selciato dalla vegetazione spontanea e raccogliendo i tanti rifiuti, prontamente ritirati dalla Sea nell'arco della stessa mattinata. 

Il lavoro più impegnativo resta la pulizia dei basolati degli slarghi del lavatoio e delle bocchette dell'acqua corrente, dove evidenti fuoriuscite di acqua dal sottosuolo tendono ad allagare le aree facendo sviluppare invadenti formazioni di alghe e vegetazione acquatica che necessitano di un intervento meccanico di pulizia e bonifica, oltre che la programmazione di importanti interventi idraulici per la rimozione a monte del problema.
Da oggi il sito si presenta certamente più accogliente; nei prossimi giorni i volontari intervenuti provvederanno a terminare il lavoro svolto con ulteriori interventi di rifinitura affinché Fontana Vecchia torni ad essere pienamente fruibile e valorizzata, anche per gli eventi e le manifestazioni che vi si svolgeranno nei prossimi giorni e nelle prossime settimane.
Grazie di cuore a tutti, con Fare Verde l'impegno non va in ferie!





31/07/19

Sabato 3 agosto, mattinata ecologica a Fontana Vecchia



Fare Verde Campobasso promuove una mattinata ecologica per la valorizzazione della Fontana Vecchia, uno dei luoghi simbolo di Campobasso. 
L'iniziativa mira a coinvolgere, attraverso qualche ora di volontariato ed impegno civico, cittadini ed associazioni per restituire decoro e piena fruibilità allo storico monumento cittadino.
Vi aspettiamo sabato mattina, 3 agosto, a partire dalle ore 9.00, presso la fontana, possibilmente armati di guanti da lavoro ed attrezzi utili come rastrelli, decespugliatori, scopettoni, per la raccolta dei rifiuti, la pulizia e la sistemazione delle aree verdi e della pavimentazione.





13/04/19

Installata la compostiera per i rifiuti organici nel giardino della scuola Jovine


DAI DIAMANTI NON NASCE NIENTE... DAL 'COMPOST' NASCONO I FIORI !

Continua l'impegno di Fare Verde Campobasso sul tema dell'educazione ambientale rivolta ai più piccoli; questa mattina, in collaborazione con l'Associazione 'Il nostro quartiere San Giovanni' , abbiamo incontrato alcune classi dell'Istituito Jovine, parlando loro dell'importanza della raccolta differenziata della frazione organica dei rifiuti e la pratica del compostaggio domestico.
Nell'occasione abbiamo installato una compostiera nel giardino della scuola, che da oggi raccoglierà gli scarti organici che gli alunni porteranno da casa e che tra qualche mese si trasformeranno in eccellente concime per il giardino della scuola e per l'orto sociale di quartiere.
Meno rifiuti in città, più qualità nella terra dei nostri giardini e delle nostre campagne: restituire ai terreni la naturale fertilità che viene sempre più meno con l'impiego massivo di fertilizzanti chimici e sintetici.
Non dobbiamo inventare più nulla, solo copiare ciò che la natura ci insegna, perchè la natura non sbaglia mai !








17/02/19

Compensazione Carbonica a Bojano: 20 nuovi alberi alla fattoria 'Griot', continua il progetto 'AzionEintegrAzione'



Una bellissima mattinata di impegno, amicizia, volontariato ed integrazione, quella trascorsa questa mattina presso la Fattoria 'Griot' di Bojano, dove i volontari di Fare Verde ed i migranti ospiti del Centro di Accoglienza Eden-HR che operano nell'ambito della Cooperativa sociale Hayet, hanno messo a dimora ben 20 nuovi alberi da frutta. 
L'operazione rientra nel progetto di Compensazione Carbonica "E' tempo di piantare alberi" che Fare Verde Campobasso sta portando avanti in partenariato con la società maltese "Traducendo Company Limited" e la spagnola "In Viaggio" che quest'anno hanno scelto Campobasso e Bojano quali siti di impianto di nuovi alberi per bilanciare le proprie emissioni di Co2. 
Il percorso di 'Azione e integrAzione' che Fare Verde promuove da anni sul territorio regionale, si arricchisce quindi dell'ennesima riuscitissima giornata ecologica, grazie alla preziosa collaborazione della Cooperativa Hayet, un esempio virtuoso di piena integrazione, finalizzato allo sviluppo di di rapporti lavorativi e circuiti economici etici, sostenibili e fortemente orientati a modelli di economia circolare. 
Con l'operazione di questa mattina si conclude la campagna di compensazione 2018/2019, che ha visto la messa a dimora di oltre 40 alberi, prevalentemente da frutta, tutti impiantati in contesti ad alta valenza sociale.
Fare Verde coglie l'occasione per ringraziare nuovamente 'Traducendo' ed 'In Viaggio' che hanno rinnovato l'impegno a sostenere il progetto, la Cooperativa Hayet per la piena condivisione dell'iniziativa odierna e gli impagabili volontari che, con la loro opera, hanno reso tutto ciò possibile.
Con FareVerde, l'impegno lascia il segno!





13/02/19

'E' tempo di piantare alberi': domenica 17 una giornata di Azione & integrazione a Bojano




Approda domenica 17 febbraio alle 10, per la prima volta a Bojano, “E’ tempo di piantare alberi”, un progetto di compensazione carbonica che prevede la messa a dimora di nuovi alberi per “ossigenare” le emissioni di Co2, anche se causate in altra parte del pianeta.
L’iniziativa avrà la matrice congiunta della cooperativa sociale Hayet e del gruppo di Campobasso dell’associazione Fare Verde. Quest’ultimo, da diverso tempo, sostiene quale partner operativo il progetto di compensazione carbonica promosso dalla società maltese “Traducendo Company Limited” e, da quest’anno, anche dalla spagnola "in Viaggio". Entrambe le aziende hanno scelto il Molise per controbilanciare l’emissione di Co2 nell’atmosfera derivante dalle proprie attività.

Dopo tanti alberi già piantati a Campobasso, l’associazione Fare Verde, ha scelto di allargarsi alla città matesina con l’evento in programma domenica prossima presso la Fattoria Griot della coop. sociale Hayet.
La decisione di collocare le piante presso gli spazi della coop. sociale ha un alto valore simbolico ed etico, riconducibile al progetto "Azione&integrAzione” che vede la proficua collaborazione, oramai da diversi anni, di Fare Verde CB con i richiedenti asilo ospiti nei centri di accoglienza della regione.

Hayet, è la neonata azienda agricola e di artigianato creata da alcuni operatori e mediatori culturali in cooperazione con alcuni migranti ospitati nel Cas Eden HR di via Croce. Il suo obiettivo è quello di favorire l’inclusione sociale creando lavoro, sfruttando i vuoti lasciati in alcuni settori pur peculiari dell’economia matesina: agricoltura, artigianato, allevamento, giardinaggio. Un modello di economia circolare, più a misura d’uomo, dove un prodotto o un’opera hanno una storia e un’etica alle spalle, dove il contatto tra le persone diventa elemento fondamentale.

La collaborazione tra Hayet e Fare Verde si consolida, dunque, con una nuova iniziativa che arriva a pochi giorni dal grande successo de “Il Mare d’Inverno”, giornata ecologica per le spiagge di Termoli, nonché la mobilitazione dello scorso novembre, presso la scuola Jovine nel quartiere San Giovanni a Campobasso.

L’evento di domenica 17, a partire dalle ore 10.00, è naturalmente e auspicabilmente aperto al pubblico, che potrà conoscere i futuri progetti di ambedue i soggetti proponenti, ma anche fornire suggerimenti ed ulteriori idee per cogliere insieme le opportunità che una società aperta può offrire. Specialmente per le aree interne, la cui popolazione invecchia e diminuisce sempre più.



11/02/19

Nuovi alberi al quartiere CEP: continua l'operazione di Compensazione Carbonica 2019



Altri alberi piantati, sabato 9 febbraio, nell'ambito del progetto di compensazione carbonica promosso da 'Traducendo Company Limited' e 'InViaggio', che vede Fare Verde Campobasso quale partner operativo dell'iniziativa.
Dopo gli interventi dell'orto sociale del quartiere San Giovanni, della Scuola 'Scarano' di Sant'Antonio dei Lazzari e del 'Giardino del Ricordo-Parco dei Pini', questa volta l'area scelta è stata quella adiacente l'edificio scolastico della 'Casa dello studente' al quartiere CEP, dove abbiamo messo a dimora cinque nuovi alberi da frutta, in continuità con gli impianti già effettuati quest'anno.

Ad oggi sono ben diciotto le nuove essenze impiantate quest'anno, alle quali si aggiungeranno tante altre che domenica prossima, 17 febbraio, metteremo a dimora presso la fattoria della Cooperativa sociale Hayet di Bojano con la collaborazione degli amici migranti ospiti del locale centro di accoglienza per un nuovo appuntamento di 'Azion&integrAzione'.




02/02/19

Continua l'iniziativa di "Compensazione Carbonica": piantati 5 nuovi alberi in città !




Nuovo appuntamento con il progetto di Compensazione Carbonica condotto da Fare Verde Campobasso in collaborazione con la società maltese 'Traducendo Company Limited' e la spagnola "in Viaggio".
Dopo le prime due giornate svolte nel mese di dicembre, nella mattinata odierna abbiamo messo a dimora cinque nuovi alberi da frutta, uno presso il "Giardino vittime delle Foibe" presso Parco dei Pini, altri quattro presso il giardino della scuola di via S.Antonio dei Lazzari, in sostituzione di vecchi arbusti oramai secchi. 
La scelta delle specie, questa volta è ricaduta su cinque diverse varietà di Ciliegio, frutto molto amato ed apprezzato dai bambini che, durante le primavere, potranno così apprezzare, direttamente nel giardino della propria scuola, dapprima le splendide fioriture e successivamente gustare i frutti, proprio durante le ultime spensierate giornate di scuola.
Il progetto di Compensazione Carbonica, fortemente voluto da "Traducendo" ed "InViaggio" che hanno scelto Campobasso per compensare, attraverso l'impianto di nuovi alberi le emissioni di Co2 derivanti dalle proprie attività, quest'anno ha già interessato tre aree cittadine e, nelle prossime settimane, proseguirà con nuovi interventi che vedranno protagonisti anche i migranti ospiti dei centri di accoglienza che collaborano con Fare Verde nell'ormai consolidato progetto "Azione&integrAzione".




27/01/19

MARE D'INVERNO 2019: la plastica è il flagello del mare e delle nostre spiagge !


Si è svolta con successo la 28^ edizione della manifestazione “IL MARE D'INVERNO", tenutasi questa mattina lungo il litorale di Riovivo a Termoli. Tantissimi i volontari intervenuti che, armati di sacchi, guanti e tanta buona volontà, hanno rastrellato la spiaggia da una incredibile quantità di rifiuti. Anche quest’anno l’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Comune di Termoli. 
Tra i tanti che hanno raccolto l’appello di Fare Verde, oltre gli amici dell’Associazione Ambiente Basso Molise, partner storici del “Mare d’Inverno”, del Comitato Art. 21 di Petacciato e del comitato “Discoli del Sinarca” che sta conducendo una campagna contro il passaggio del gasdotto Larino/Chieti, meritano particolare menzione le decine di migranti ospiti di diversi centri di accoglienza della regione che hanno pensato bene di trascorrere una mattinata all’insegna dell’impegno civico e del rispetto dell’ambiente, trasformando l’iniziativa in un esempio di perfetta integrazione sociale e culturale. 
Tra questi quelli dell’Eden/HR di Campobasso/Boiano, dello Sweet Dream di Campomarino, dell’ Al Colle di Petacciato, molti dei quali collaborano da tempo con Fare Verde nell’ambito delle attività di volontariato condotte col progetto “Azione&integrAzione”.

L’operazione MARE D’INVERNO, tra le più longeve iniziative ambientaliste nazionali, è promossa ed organizzata in contemporanea su tantissime spiagge italiane, con l’obiettivo di monitorare lo stato di salute del mare e dei litorali che nella stagione invernale si presentano spesso come vere e proprie discariche all’aperto, in particolare a seguito delle mareggiate con le quali vengono restituite “al mittente” tonnellate di rifiuti, per gran parte plastica, impropriamente rilasciate nell'ambiente.
L’iniziativa di quest’anno assume ancor più valenza in virtù delle iniziative che, sia a livello nazionale che europeo, i governi stanno finalmente adottando per limitare e mettere al bando alcune delle più diffuse forme di materiale di consumo “usa e getta” in plastica, come ad esempio i bastoncini cotton fioc di cui, giova ricordarlo, da quest’anno è vietata la commercializzazione proprio grazie ad una storica battaglia di Fare Verde iniziata sin delle prime edizioni de “Il Mare d’Inverno”.
Ma nonostante tutto, la plastica, in ogni sua forma e variante, continua ad occupare il primo posto assoluto della classifica dei rifiuti maggiormente invadenti: buste, cellophan, bottiglie, tappi, flaconi, stoviglie, vaschette, accendini, gli stessi bastoncini di cotton-fioc, calzature dismesse, e chi più ne ha più ne metta; la spiaggia invernale è un vero e proprio campionario dell’usa e getta, la faccia malata della nostra società mirata al più cieco consumismo in nome di una inarrestabile crescita ma del tutto incurante degli effetti devastanti per gli ecosistemi e per la stessa salute umana che questo modello di sviluppo comporta.
E’ stimata a circa il 30%, la quantità di plastica che finisce in mare rispetto a quella prodotta, una vera e propria emergenza che negli ultimi anni ha visto crescere anche il fenomeno delle “microplastiche”, ovvero la frammentazione in parti piccolissime del materiale originale e che, attraverso i pesci, rientrano nelle catene alimentari umane ed animali con tutti i rischi e gli effetti dannosi connessi.
Inarrestabile, ancora una volta, anche l’invasione di scarti del settore ittico come le cassette di polistirolo, spesso frantumate in piccoli pezzi oramai irrecuperabili, e le famigerate “reste”, le reti di plastica utilizzate negli allevamenti di cozze, rinvenute anche quest’anno, a migliaia e migliaia sulla battigia, a testimonianza della inspiegabile abitudine degli operatori del settore, di gettarle deliberatamente in mare dopo l’utilizzo.
Un fenomeno da sempre riscontrato ed inutilmente denunciato ogni anno; una palese dimostrazione di una incomprensibile tolleranza da parte delle autorità preposte al controllo.
A termine mattinata sono stati circa 90 i grossi sacchi di rifiuti riempiti dai volontari e che saranno rimossi dall’azienda incaricata dal Comune; oltre questi anche tanti ingombranti come copertoni, resti di elettrodomestici, pezzi di mobilia, residui di attrezzature nautiche e tanto altro ancora.
Un mare di rifiuti di cui potremmo e dovremmo fare a meno !